Sfida all’ultimo bicchiere

Il Bursôn 2006 dell’azienda agricola Randi è la migliore etichetta nera dell’iniziativa “Bursôn, sfida all’ultimo bicchiere”, edizione 2011.

Sfida_ultimo_bicchierevini_finalisti_burson_scottona_2011
Il verdetto è uscito dalla cena finale della sfida, svoltasi ieri presso il ristorante “La Scottona” in collaborazione con l’Accademia Italiana della Cucina. Hanno costituito la giuria che ha giudicato “alla cieca” i quattro vini finalisti le 140 persone che hanno riempito il locale di Bagnacavallo.
Read More

Sono intervenuti: l’assessore alle Politiche economiche Matteo Giacomoni, che ha portato il saluto dell’Amministrazione comunale e l’assessore Palmiro Di Maria, Emilio Antonellini dell’Accademia italiana della cucina, Daniele Longanesi, presidente del consorzio ‘Il Bagnacavallo’ e i sommelier Emilio Lorenzini dell’Accademia della Muffa Nobile e Giorgio Amadei. Le degustazioni sono state condotte, come nelle quattro cene “eliminatorie”, dall’enologo Sergio Ragazzini.
La serata è stata anche l’occasione per sottolineare come il vino di Bagnacavallo, il rosso Bursôn, sia sempre più internazionale. Ai tradizionali mercati esteri del Giappone (che da solo assorbe ogni anno il venti per cento circa della produzione di Bursôn) e degli Stati Uniti si sono aggiunti infatti quest’anno la Germania e il Regno Unito

Al rappresentante dell’azienda agricola Randi, che quest’anno per la prima volta si è imposta nella sfida tra i Bursôn, andrà il premio “Cavallo Nero”, un esclusivo gioiello realizzato dall’orafo Paolo Ponzi di Bagnacavallo. Inoltre, a novembre il vino vincitore sarà ospite di un confronto appositamente organizzato dal Consorzio “Il Bagnacavallo” con altri prestigiosi vini nazionali